loading...

I clown ladri di bambini, psicosi o pericolo reale?

Ladri di bambini, psicosi o pericolo reale? Dopo i due episodi accertati sono aumentate le segnalazioni e l’attenzione alla vicenda. In particolare, inquietanti foto di uomini mascherati da pagliacci stanno girando in maniera virale sui social network, ecco cosa si legge su Facebook: “Girano dei polacchi mascherati da clown oppure da sacerdoti con furgoni rossi e altri bianchi con targa coperta, si avvicinano ai bambini per rubarli per il commercio di organi. I paesi dove sono stati visti sono:
Airola, Moiano, Faicchio, Sant’agata e altri” si fermano anche davanti alle scuole! Fa Si tratta di comuni del Beneventano, in Campania, ma facendo una rapida ricerca sul Web già dai primi giorni di ottobre lo stesso allarme girava in maniera incontrollata, con un vero e proprio effetto psicosi in Emilia Romagna, con decine di segnalazioni di aggressioni da parte di individui mascherati da clown tra Reggio Emilia e Modena, a cui però non c’è stato nessun riscontro da parte delle forze dell’ordine. Come riporta il Gazzettino di Modena, gli inquirenti sono giunti alla conclusione che si sia trattato di gesti goliardici di ragazzini e non di una vera e propria banda criminale, ma adesso iniziano a fioccare segnalazioni da altre parti d’Italia, molto distanti dalla zona originale, come quella che noi abbiamo raccolto. Si tratterà ancora di qualche giovane con la voglia di emulare la bravata o c’è davvero altro sotto?

 http://www.positanonews.it/articolo/146018/ladri-di-bambini-paura-per-la-banda-dei-clown-a-sant-agata-e-moiano


Francavilla, terrificanti clown in Villa: “Hanno inseguito mia figlia e le sue amiche”

image
Se si tratti di psicosi o meno, sarà il tempo a stabilirlo. La storia dei misteriosi clown che si aggirerebbero per il Salento con l’intenzione – dicono – di rapire ragazzi e ragazze, sta prendendo sempre più piede, ma le conferme ufficiali stentano ancora ad arrivare. E se un peso (trascurabile) lo ha il passaparola, il sentito dire, il “me l’ha detto uno che conosce una che conosce uno”; tutt’altro valore ha invece il metterci la faccia. E questa sera una mamma di Francavilla Fontana non ha esitato a esporsi in prima persona, pubblicando sul proprio profilo Facebook il seguente, inquietante post: “Allarme! Avvistati questi clown a Francavilla nella villa comunale. Inseguivano mia figlia e le sue amiche”. A chi le chiede se si tratti di uno scherzo o meno la donna risponde: “È proprio vero! I ragazzi hanno chiamato i carabinieri ma poi si sono spaventati e hanno chiuso la chiamata. Mia figlia e le sue amiche sono terrorizzate. Domani informeremo le forze dell’ordine”. Sulla foto pubblicata insieme al post tuttavia la donna precisa: “Non è stata scattata qui, stava su un articolo che parlava di questa storia e mia figlia ha detto che erano così quelli che li ha inseguiti”.

image
Che cosa sta accadendo quindi? Un punto sembra fermo: se una mamma ci ha messo la faccia, tirando in ballo la figlia, è certo che quei clown, nella villa comunale di Francavilla, c’erano sul serio. Quali però fossero le loro intenzioni è il vero nodo da sciogliere. L’ipotesi più plausibile sembra essere quella dello scherzo di pessimo gusto, messo in piedi sull’onda della leggenda che da settimane circola nel Salento, secondo la quale un gruppo di uomini vestiti da clown seminerebbero il terrore dopo il tramonto, arrivando a rapire chiunque capiti a tiro. Se a tanto si affianca l’approssimarsi del 31 ottobre e quindi della notte di Halloween allora il cerchio può dirsi chiuso. Resta questa comunque una ipotesi, la più ottimista. Il caso però esiste, e scherzo o meno, simili goliardate non fanno bene a nessuno. E possono crear danni seri ai più deboli di cuore. Non è dato sapere se risolvere la questione sia compito delle forze dell’ordine: ma qualcuno, a questo punto, ci metta una pezza.
Emilio Mola

 http://www.lostrillonenews.it/2014/10/26/francavilla-terrificanti-clown-in-villa-inseguito-mia-figlia-sue-amiche


I clown picchiatori seminano il panico tra Modena e Reggio Emilia


Erano in ritardo per un normale giorno di scuola, ma per giustificarsi hanno inventato una scusa che è presto sfuggita loro di mano, seminando il panico tra Modena e Reggio Emilia. Un gruppo di ragazzi ha infatti denunciato un aggressione da parte di un gruppo di clown picchiatori, armati di mazze e bastoni, e con un pitbull al guinzaglio.
I Carabinieri della zona hanno condotto delle indagini che però hanno portato a galla la verità: i ragazzi hanno inventato tutto. Una volta condotti presso la Stazione dei Carabinieri di Reggio Emilia avrebbero infatti confessato l'invenzione della bufala. Per due ragazzi di 14 anni è partita la denuncia per simulazione di reato, per un terzo quella per favoreggiamento.
La storia ha preso il via all'inizio di ottobre e ora però sembra sfuggita di mano anche alle forze dell'ordine. Infatti, grazie all'azione dei social network, sembra che le segnalazioni sui fantomatici clown picchiatori siano in crescita. Il punto è che non si tratta solo di segnalazioni o post scritti da ragazzi su Facebook e Ask.fm: anche i genitori hanno aperto numerose discussioni sul tema. Erano in ritardo per un normale giorno di scuola, ma per giustificarsi hanno inventato una scusa che è presto sfuggita loro di mano, seminando il panico tra Modena e Reggio Emilia. Un gruppo di ragazzi ha infatti denunciato un aggressione da parte di un gruppo di clown picchiatori, armati di mazze e bastoni, e con un pitbull al guinzaglio.
I Carabinieri della zona hanno condotto delle indagini che però hanno portato a galla la verità: i ragazzi hanno inventato tutto. Una volta condotti presso la Stazione dei Carabinieri di Reggio Emilia avrebbero infatti confessato l'invenzione della bufala. Per due ragazzi di 14 anni è partita la denuncia per simulazione di reato, per un terzo quella per favoreggiamento.
La storia ha preso il via all'inizio di ottobre e ora però sembra sfuggita di mano anche alle forze dell'ordine. Infatti, grazie all'azione dei social network, sembra che le segnalazioni sui fantomatici clown picchiatori siano in crescita. Il punto è che non si tratta solo di segnalazioni o post scritti da ragazzi su Facebook e Ask.fm: anche i genitori hanno aperto numerose discussioni sul tema.
 https://it.notizie.yahoo.com/i-clown-picchiatori-seminano-il-panico-a-modena-e-reggio-emilia-130632394.html


Clown aggressivi terrorizzano la Francia, arrestati 14 giovani

Maschere da zombie-clown (foto: ANSA )Clown aggressivi e violenti, quasi una moda criminale diffusa attraverso Facebook, sta seminando il terrore nella ultime ore nel Sud della Francia, dove la polizia ha finora fermato, in episodi differenti, 14 adolescenti mascherati e armati di pistole, coltelli, spranghe o mazze da baseball.
A Montpellier un uomo di 35 anni ha ricevuto 30 sprangate da un criminale vestito da clown, che lo ha derubato insieme a due complici. I tre sono poi stati fermati. In altri tre centri della regione di Héreault diversi automobilisti hanno denunciato di essere stati aggrediti da "clown violenti" la scorsa notte. A Marseillan, nella stessa regione, un automobilista è stata attaccato da una gang di pagliacci violenti. Ad Agde dei passanti allarmati hanno segnalato alla polizia la presenza di clown aggressivi in un parcheggio, che sono stati poi fermati dalla polizia.
La moda si era già diffusa nel nord francese giorni fa via Facebook. La scorsa settimana un giovane di 19 anni era stato condannato
 
 http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/10/26/clown-aggressivi-terrorizzano-la-francia-arrestati-14-giovani_31d45eb9-b774-411e-acd6-481a5b31077b.html

Nessun commento:

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...