loading...

Incredibile! Dal 13 Dicembre sparisce l’origine dei prodotti dalle etichette!!!

Dal 13 dicembre un regolamento della Ue toglie l’obbligo di indicare sulle confezioni lo stabilimento di lavorazione degli alimenti. Un regalo alle multinazionali. Che rischia di danneggiare le aziende nostrane. E di aiutare i cloni del made in Italy

Dal 13 Dicembre le etichette degli alimentari saranno ancora meno chiare di quanto non lo siano già. L’Europa toglie l’obbligo di indicare sulle confezione persino lo stabilimento di lavorazione dei prodotti.

Per i consumatori sarà praticamente impossibile riuscire a capire l’origine dei prodotti che finiranno sulle loro tavole.

Già oggi la normativa fa acqua da tutte le parti, le etichette non sono chiare, e anzi, spesso il packaging induce in errore i consumatori, come nel caso, evidenziato da un’ottimo servizio delle Iene di cui abbiamo parlato nelle settimane scorse, del pomodoro cinese, coltivato in Cina, dove le leggi consentono l’uso di pesticidi proibiti in Europa, ed importato, sotto forma di “concentrato” da aziende italiane ed europee, che lo pongono sul mercato facendo credere che si tratta di un prodotto nazionale.

Molte associazioni di consumatori, oltre che medici, nutrizionisti, e tutte le persone dotate di un briciolo di buon senso, più volte hanno chiesto un’etichettatura più chiara, precisa, che indicasse non solo dove il prodotto viene confezionato, ma anche dove è stato prodotto, e tutti gli eventuali “passaggi di mano”. La cosiddetta “tracciabilità”. Ebbene, l’Europa ha deciso di andare nella direzione OPPOSTA.

Anziché mettere i consumatori nelle condizioni di poter effettuare scelte ponderate e consapevoli, fanno in modo che questo sia impossibile. E oltre ad essere un danno per la salute pubblica, è un danno anche per il made in Italy, molto apprezzato in tutto il mondo, e per le aziende che lavorano di qualità.

Questo sistema premia e incentiva le aziende, come quelle delservizio delle Iene citato sopra, che ricercano e importano i prodotti peggiori, quelli che costano meno, anche avariato.

Da evidenziare anche il silenzio assoluto della nostra classe politica, da sinistra a destra, nessuno si oppone a questa legge assurda, che va contro gli interessi e la salute pubblica, oltre che la volontà popolare, ed il buon senso.

Nell’articolo Il cibo ormai è veleno: signori, è uno sterminio di massa! Presto 1 su 2 si ammalerà di cancro! evidenziavo l’esigenza di effettuare scelte alimentari consapevoli, dato che la maggioranza dei prodotti che troviamo negli scaffali dei supermercati sono, a vario titolo, praticamente velenosi. O per gli ingredienti insalubri largamente impiegati – per esempio l’olio di palma, che ormai è praticamente ovunque – oppure per “additivi esterni”, dai pesticidi che si trovano negli ortaggi, agli ormoni e agli antibiotici che spesso si trovano nelle carni, fino a conservanti, coloranti, edulcoranti, dolcificanti, insaporitori vari, che favoriscono l’insorgenza del cancro. Non certo dopo pochi anni, gli effetti si vedono dopo decenni, ma arrivano inesorabili, e a dirlo sono i numeri. Poi che ci sia chi mangia male e fuma e arriva a 80 anni, e chi muore prematuramente nonostante conduca una vita sana, non cambia la realtà dei fatti. Il cancro, che in passato colpiva 1 persona su 50, poi 1 su 20, presto colpirà la metà della popolazione, nel corso della vita.

Sull’alimentazione c’è poca informazione, da parte dei mass media, mentre sul web è ampia ed in crescita la comunità dei blogger e dei lettori che affrontano il tema, e cercano di migliorare le proprie abitudini alimentari. Ma da parte delle istituzioni, sia nazionali che europee, non c’è nessun “aiuto”, al contrario come potete vedere, si incentivano scelte malsane con leggi assurde.

Veritanwo

1 commento:

ixtab ha detto...

ENNESIMA BUFALA !

http://www.bufale.net/home/bufala-incredibile-dal-13-dicembre-sparisce-lorigine-dei-prodotti-dalle-etichette-bufale-net/

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...