loading...

Studio: Il digiuno per tre giorni può rigenerare l’intero sistema immunitario


I ricercatori dell’University of Southern California hanno annunciato che il digiuno per non più di tre giorni, è in grado di rigenerare l’intero sistema immunitario umano.


I ricercatori hanno descritto il loro studio come “un notevole e un importante passo avanti” nella ricerca dei metodi naturali per stimolare il sistema immunitario.

In passato, le diete digiuno sono state criticati dai nutrizionisti, tuttavia, questo nuovo studio suggerisce che affamando il corpo si dà il via alle cellule staminali per produrre nuovi globuli bianchi, i quali combattono le infezioni. I ricercatori hanno detto che la loro scoperta potrebbe essere particolarmente utile per le persone che soffrono a causa di un sistema immunitario danneggiato, come i malati di cancro in chemioterapia.

Più le persone crescono, più il loro sistema immunitario diventa debole, rendendo più difficile per loro, combattere le malattie anche comuni. Secondo questo studio, il digiuno potrebbe aiutare a mettere il sistema immunitario di nuovo in pista.



Il digiuno per 72 ore protegge anche i malati di cancro contro l’impatto tossico della chemioterapia. La chemioterapia salva la vita, ma provoca anche significativi danni collaterali al sistema immunitario. I risultati di questo studio suggeriscono che il digiuno può ridurre alcuni degli effetti nocivi della chemioterapia.


Il ricercatore principale dello studio è il professor Valter Longo, italiano, docente di Gerontologia e Scienze Biologiche presso l’Università della California. Longo ha riferito che lo studio dimostrata che il digiuno potrebbe effettivamente aiutare il corpo umano a produrre un nuovo sistema immunitario.

“Dà l’ok alle cellule staminali per andare avanti, proliferare, cominciando a ricostruire l’intero sistema. La buona notizia è che il corpo si sbarazza delle parti del sistema che potrebbero essere danneggiate o vecchie, le parti inefficienti, durante il digiuno” Ha detto il professor Longo.

Durante la fase di sperimentazione dello studio, ad alcune persone è stato chiesto dai ricercatori di digiunare da due a quattro giorni, per un periodo di sei mesi.

I ricercatori hanno poi trovato che il digiuno ha contribuito a produrre un nuovo sistema immunitario, oltre che a ridurre l’enzima PKA, un ormone che aumenta il rischio di cancro e la crescita tumorale collegata all’invecchiamento.

Il professor Longo ha espresso come il team di ricerca si sia sorpreso nel constatare l’esito del loro esperimento: “Quello che abbiamo iniziato a notare nel nostro lavoro è che il numero di globuli bianchi scende con il digiuno prolungato. Poi, quando si ri-alimenta, le cellule del sangue tornano. Così abbiamo iniziato a pensare, beh, da cosa proviene?”

Lo studio ha dimostrato che il digiuno prolungato non costringe solo il corpo ad utilizzare glucosio e grassi, ma rompe anche una porzione significativa di globuli bianchi. Durante ciascun ciclo di digiuno, questo deplezione di cellule bianche del sangue induce cambiamenti che attivano la rigenerazione delle cellule staminali, base di nuove cellule del sistema immunitario.

“Non potevamo prevedere che il digiuno prolungato potesse avere un effetto così notevole nel promuovere la rigenerazione a base di cellule staminali del sistema ematopoietico. Quando si muore di fame, il sistema tenta di risparmiare energia e una delle cose che può fare per risparmiare energia, è quello di riciclare un sacco di cellule immunitarie che non sono necessarie, in particolare quelli che possono essere danneggiate” il professor Longo ha aggiunto.

Nessun commento:

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...