loading...

Operaio cade a terra e sviene, il padrone ordina ai lavoratori di continuare a produrre

Alla Sevel di Atessa è accaduto un fatto grave, anzi gravissimo, un episodio dei quali abbiamo assistito solo nei film.

Nella fabbrica un lavoratore si infortuna e cadendo rovinosamente a terra sviene, a questo punto interviene il responsabile che senza tanta compassione ordina agli altri lavoratori di continuare la loro produzione senza far caso al loro compagno accasciato a terra privo di sensi...



La Fiom Cgil ha indetto un immediato sciopero per manifestare pubblicamente tutta la vergogna dell'accaduto.



Far proseguire la produzione come se nulla fosse successo è un episodio disumano, inacettabile, che evidenzia ancora una volta la ricattevole e schiavista posizione dei lavoratori italiani, che con l'avvento della crisi economica sono passati all'essere considerati poco più che carne da macello, bestie dedite solo alla produzione e al profitto aziendale.

Forse i giacca e cravatta non ci pensano che dietro le loro tute sporche da lavoro, ci sono uomini, esseri umani, padri di famiglia, che vanno trattati come tali e non come mere macchine produttive!

Questa mancanza di sensibilità e di amore per il prossimo è uno dei tanti frutti velenosi del Capitalismo, che dopo aver illuso il mondo occidentale travestito da Paese dei Balocchi, finalmente si sta mostrando per quel che è, un colossale mostro mangia uomini.



Ciliegina sulla torta:

Lo stabilimento di Atessa dove è avvenuto l'episodio in questione è lo stesso che si era reso noto al mondo solo pochi mesi fa con il grave e vergognoso episodio dell'operaio costretto a pisciarsi addosso perché gli vietarono di recarsi in bagno... link

Nessun commento:

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...